Trolls

LA TRAMA:

Trolls – I Trolls, le creature più felici mai viste al mondo, vivono in celebrazione della propria esistenza gioiosa, al riparo dai terribili Bergen che, non conoscendo la felicità, devono nutrirsi di Trolls per provarne l’ebbrezza.
Dopo vent’anni di assoluta pace i Trolls celebrano la Festa più grande del mondo, ma i Bergen si rifanno vivi e rapiscono un nutrito gruppetto di Trolls per cibarsene nel giorno del Trolstizio. Sarà compito di Poppy, la principessa, e Branch, l’unico dei Trolls sempre allerta per paura del ritorno dei Bergen, andarli a salvare: lei con la sua forza trascinante, lui con la sua conoscenza approfondita di un nemico tanto a lungo studiato e temuto.

IL TRAILER:

LA MIA OPINIONE/RECENSIONE:

C’è tutta l’energia DreamWorks dietro a questo progetto disegnato a tavolino per scatenare l’allegria nei più piccoli, che usciranno di sala canticchiando e sognando di possedere la capigliatura indomita dei Trolls.

Il vero motore del film è però la strana coppia Poppy-Branch.
Timberlake, che, oltre essere doppiatore di Branch, è anche produttore esecutivo del film, ha costruito la colonna sonora con brani inediti suoi, di Gwen Stefani e Ariana Grande, ma il top sono le hit del passato (molto ben tradotte in italiano da Fiamma Izzo) incorporate all’interno della trama come se fossero elementi narrativi di un musical.

La trascinante Poppy, sorella ideale della Joy di Inside Out, è l’ennesimo esempio di come il cinema di animazione stia raffigurando sempre più spesso una leadership femminile. Così come il timoroso Branch rappresenta invece il maschile contemporaneo, paralizzato dalla preoccupazione per un futuro che vede denso di incognite e di pericoli.

Alla confezione pirotecnica, che si avvale di split screen e montaggi veloci, si alterna (saggiamente) un richiamo vintage all’artigianalità nella cucitura di album di ritagli di panno pop up che riassumono periodicamente la narrazione riportandola al passato. Perché DreamWorks sa che nessuno deve essere lasciato indietro, compresi i genitori dei bambini che hanno ancora nel Dna un modo più tradizionale di raccontare le favole.

Trolls è un film divertente, fracassone e coloratissimo, che terrà i più piccini incollati allo schermo, ma senza annoiare i più grandi, riuscendo ad essere il giusto equilibrio tra tradizione e innovazione.

Consigliato a tutta la famiglia, non vi annoierete con i Trolls.

Buona visione.

La lavapiatti del film Trolls della DreamWorks

LA CURIOSITÀ:

I Trolls vennero creati nel 1959 da Thomas Dam.

LA FRASE:

  • Io non ho mai mangiato un troll, come farò ad essere felice, Padre?
  • Non lo sarai mai.

I DOPPIATORI ORIGINALI e IL REGISTA:

  • Mike Mitchell, Walt Dohrn: Regia
  • Anna Kendrick: Poppy
  • Justin Timberlake: Branch
  • Zooey Deschanel: Brigida
  • Russell Brand: Creek
  • James Corden: Grandino
  • Gwen Stefani: DJ Suki
  • Icona Pop: Seta e Ciniglia
  • Christopher Mintz-Plasse: Re Gristle Jr.
  • John Cleese: Re Gristle Sr.
  • Jeffrey Tambor: Re Peppy
  • Christine Baranski: Chef
  • Ron Funches: Cooper
  • Kunal Nayyar: Guy Diamante
  • GloZell Green: Rosiepuff
  • Meg DeAngelis: Moxie Dewdrop
  • Ricky Dillon: Aspen Heitz
  • Kandee Johnson: Mandy Sparkledust
  • Walt Dohrn: Signor Nuvola

I DOPPIATORI ITALIANI:

  • Elisa: Poppy
  • Alessio Bernabei: Branch
  • Francesca Manicone: Brigida (dialoghi)
  • Carlotta Centanni: Brigida (canto)
  • Emiliano Coltorti: Creek
  • Luigi Morville: Grandino
  • Giuppy Izzo: DJ Suki
  • Rossa Caputo: Seta
  • Gemma Donati: Ciniglia
  • Gabriele Patriarca: Re Gristle Jr.
  • Giorgio Lopez: Re Gristle Sr.
  • Pino Insegno: Re Peppy
  • Emanuela Rossi: Chef
  • Nanni Baldini: Cooper
  • Stefano Thermes: Guy Diamante
  • Mirta Pepe: Rosiepuff
  • Micaela Incitti: Moxie Dewdrop
  • Giulia Catania: Aspen Heitz
  • Irene Trotta: Mandy Sparkledust
  • Francesco De Francesco: Signor Nuvola; Minuta

 

Rating: 1.0/5. From 1 vote.
Please wait...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *