Elvis & Nixon

LA TRAMA:

Elvis & Nixon – Elvis Presley ha un sogno: essere nominato agente federale dal presidente Richard Nixon.
L’America agli inizi degli anni Settanta è caratterizzata da manifestazioni contro la guerra in Vietnam, rivendicazioni delle Black Panthers, debutto del movimento Hippie e degrado dei costumi, che richiedono un intervento immediato ed eroico.
Deciso a essere lui il local hero, Elvis chiede udienza alla Casa Bianca. Ma il presidente Nixon snobba la rock star, che lascerebbe volentieri alla porta senza l’intervento della figlia, fan accanita di Presley, e dei suoi consiglieri che ritengono quell’incontro provvidenziale alla luce delle prossime elezioni. Ricevuto nello studio ovale, Elvis ottiene l’investitura in cambio di un autografo e di una fotografia che immortala il celebre incontro.

IL TRAILER:

LA MIA OPINIONE/RECENSIONE:

Un ritratto inedito quello proposto da Liza Johnson e co-sceneggiato da Carey Elwes nel loro Elvis & Nixon.

Ben calibrato in modo tale da tratteggiare l’inizio del tramonto di un pezzo di storia americana con quello di due personaggi potentissimi e famosissimi, eppure schiacciati da irrequietudini, complessi e contraddizioni che sarebbero esplose di lì a poco.

Gli eventi di Elvis & Nixon, infatti, avvengono nel dicembre del 1970; Nixon fu costretto alle dimissioni dallo scandalo Watergate nell’agosto del 1974, mentre Elvis fu trovato morto lo stesso mese di tre anni dopo, piegato dalla depressione e dall’abuso di farmaci.

Quindi la foto che ritrae il Re del rock’n’roll, Elvis Presley, e il 37° Presidente degli Stati Uniti d’America, Richard Nixon, stringersi la mano sia, come di ricorda una didascalia al termine di Elvis & Nixon, l’immagine più richiesta agli Archivi di Stato di Washington, non sorprende.

L’Elvis di Shannon è un personaggio che già porta con se i germi dei problemi psicologici che esploderanno pochi anni dopo, mentre il Nixon di Spacey è complessato e rancoroso, ma prima di tutto un uomo pieno di fragilità, e solo dopo un politico cattivo e inadeguato.

Anche se loro, bambini potentissimi, spaventati e colmi di arroganze, non lo sapevano ancora.

Una pellicola quella di Elvis & Nixon divertente da guardare e che non annoia gli occhi di un giusto pubblico.

Buona visione.

Kevin Spacey, Richard Nixon, Michael Shannon e Elvis Presley.

LA CURIOSITÀ:

Il film è ispirato a fatti realmente accaduti: il 21 dicembre 1970 Elvis Presley incontrò il Presidente degli Stati Uniti d’America Richard Nixon.

LA FRASE:

Quando la gente mi guarda, vede un oggetto, non più un ragazzo di Memphis in Tennesse.

IL CAST e IL REGISTA:

  • Liza Johnson: Regia
  • Kevin Spacey: Richard Nixon
  • Michael Shannon: Elvis Presley
  • Alex Pettyfer: Jerry Schilling
  • Colin Hanks: Egil Krogh
  • Johnny Knoxville: Sonny West
  • Evan Peters: Dwight Chapin
  • Tate Donovan: H. R. Haldeman
  • Hanala Sagal: segretaria di Chapin
  • Sky Ferreira: Charlotte
  • Tracy Letts: John Finlator
  • Ahna O’Reilly: Mary Anne Peterson
  • Ashley Benson: Margaret
  • Dylan Penn: Diane
  • Joey Sagal: Joe King
  • Geraldine Singer: Rose Mary Woods
  • Kamal Angelo Bolden: Mack

I DOPPIATORI ITALIANI:

  • Roberto Pedicini: Richard Nixon
  • Pino Insegno: Elvis Presley
  • Gianfranco Miranda: Jerry Schilling
  • Francesco Pezzulli: Egil Krough
  • Christian Iansante: Sonny West
  • Davide Perino: Dwight Chapin
  • Massimo Bitossi: H. R. Haldeman
  • Anna Cugini: segretaria di Chapin
  • Domitilla D’Amico: Charlotte
  • Stefano De Sando: John Finlator
  • Valentina Favazza: Mary Anne Peterson
  • Veronica Puccio: Margaret
  • Gemma Donati: Diane
  • Fabrizio Pucci: Joe King
  • Aurora Cancian: Rose Mary Woods
  • Simone Crisari: Mack
No votes yet.
Please wait...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *