Leonardo DiCaprio

BIOGRAFIA:

Leonardo DiCaprio nasce a Hollywood l’11 novembre 1974 e trascorre l’infanzia nei sobborghi di Los Angeles.

I suoi genitori, George, di origine italiana che lavora come autore di fumetti underground e Irmalin, tedesca che fa la segretaria in uno studio legale, divorziano quando lui compie un anno.

Il futuro idolo delle adolescenti di tutto il mondo inizia già da bambino a lavorare in televisione, interpretando decine di telefilm e spot pubblicitari e conquistando un discreto successo grazie al serial TV ‘Genitori in blue jeans’, nel quale compare per più di un anno nel ruolo fisso di Luke, un ragazzino ribelle e scatenato.

Dopo aver terminato gli studi alla John Marshall High School, Leonardo esordisce sul grande schermo con Critters 3(1992) di Kristine Peterson, un modesto horror di serie B destinato al mercato dell’home video, e poi appare brevemente nel thriller La mia peggiore amica di Katt Shea Ruben.

Ma poi ecco il boom:

Nel 1993 DiCaprio diventa uno degli attori più apprezzati dell’epoca grazie al ruolo di Toby nel drammatico Voglia di ricominciare di Michael Caton-Jones, dove tiene testa egregiamente al patrigno interpretato da Robert De Niro.

Talento confermato dalla interpretazione del ragazzo disabile di Buon compleanno, Mr. Grape di Lasse Hallstrom, che gli frutta una candidatura all’Oscar come miglior attore non protagonista.

Dopo il western Pronti a morire (1995) di Sam Raimi, al fianco di Gene Hackman e Sharon Stone, Leonardo veste i panni del poeta e musicista tossicodipendente Jim Carroll nel biografico Ritorno dal nulla (1995) di Scott Kalvert e poi interpreta il poeta omosessuale Arthur Rimbaud nel crudo ritratto Poeti dall’inferno (1995) di Agnieszka Holland.

Con il lirico e postmoderno Romeo + Juliet (1996) di Baz Luhrmann, Leonardo conquista un Orso d’oro al Festival di Berlino e poi ne La stanza di Marvin (1996) di Jerry Zaks, affianca con disinvoltura i veterani Meryl Streep, Diane Keaton e Robert De Niro.

E poi ecco la fama mondiale:

Nel 1997 diventa di colpo una star internazionale grazie al super campione d’incassi Titanic di James Cameron e in seguito affronta il doppio ruolo del malvagio Luigi XIV e del suo gemello nel meno fortunato La maschera di ferro(1988) di Randall Fallace.

Dopo un breve ruolo nel satirico e irriverente Celebrity (1988) di Woody Allen, in cui praticamente interpreta se stesso, Leonardo è il protagonista di The beach (2000) di Danny Boyle, uno dei più vistosi flop degli ultimi anni.

Dopo un periodo di pausa, in cui compare puntualmente sulle copertine delle maggiori riviste, ingrassato e piuttosto trasandato, ma sempre in compagnia di bellissime e famose top model, Leonardo DiCaprio torna ad imporsi sul grande schermo con Prova a prendermi (2002) di Steven Spielberg, nel quale interpreta il truffatore dai mille volti Frank Abagnale jr., e con Gangs of New York (2002) di Martin Scorsese, al fianco diDaniel Day Lewis e Cameron Diaz.

Ed è sotto la guida di Scorsese che nel 2004 DiCaprio vince il Golden Globe e sfiora l’Oscar per la sua interpretazione del magnate Howard Hughes in The Aviator.

Il sodalizio con il regista contunua con The Departed, nomination all’Oscar come miglior film.

Un anno d’oro il 2007, coronato dalla terza nomination all’Oscar come miglior protagonista per Blood Diamond.

Nel 2010 esce Shutter Island ancora una volta per la regia di Martin Scorsese.

Nello stesso anno arriva nelle sale Inception, di Christopher Nolan, un nuovo grande successo di pubblico.

Nel 2011 è la volta di J. Edgar, diretto da Clint Eastwood, in cui DiCaprio è protagonista assoluto nel ruolo di J. Edgar Hoover, il controverso direttore dell’FBI.

La vita privata:

Nella vita privata si ricorda la relazione di cinque anni con la modella brasiliana Gisele Bundchen e quella, altrettanto lunga, con la modella israeliana Bar Rafaeli.

Da maggio a ottobre del 2011 è stato legato all’attrice Blake Lively.

Aperto sostenitore del Partito Democratico, nel 2004 ha sostenuto la campagna elettorale di John Kerry.

È un convinto vegetariano.

 

CURIOSITÀ:

27 Riprese Per Un Bacio – Dopo le riprese di The Wolf of Wall Street, l’attrice Joanna Lumley ha rivelato che Leonardo DiCaprio era talmente nervoso il giorno in cui hanno girato la scena del bacio tra loro due, che ci sono voluti ben 27 ciak per ottenere la ripresa giusta. Il nervosismo dell’attore era sicuramente dovuto alla forte differenza d’età con la sua collega. DiCaprio infatti è di 28 anni più giovane della Lumley, che ai tempi delle riprese aveva 66 anni.

DiCaprio E Il Sangue ‘Reale’ – In Django Unchained, c’è una scena in cui Leonardo DiCaprio batte violentemente il palmo della mano su un tavolo, rompendo un bicchiere. Nel girare la scena, DiCaprio si è realmente ferito la mano e ha iniziato a sanguinare, ma ha deciso di non fermarsi, restando nel personaggio. La sequenza è stata poi utilizzata nel film.

FILMOGRAFIA:

Cinema:

  • Critters 3, regia di Kristine Peterson (1991)
  • La mia peggiore amica (Poison Ivy), regia di Katt Shea (1992)
  • Voglia di ricominciare (This Boy’s Life), regia di Michael Caton-Jones (1993)
  • Buon compleanno Mr. Grape (What’s Eating Gilbert Grape), regia di Lasse Hallström (1993)
  • Pronti a morire (The Quick and the Dead), regia di Sam Raimi (1995)
  • Ritorno dal nulla (The Basketball Diaries), regia di Scott Kalvert (1995)
  • Poeti dall’inferno (Total Eclipse), regia di Agnieszka Holland (1995)
  • Romeo + Giulietta di William Shakespeare (William Shakespeare’s Romeo + Juliet), regia di Baz Luhrmann(1996)
  • La stanza di Marvin (Marvin’s Room), regia di Jerry Zaks (1996)
  • Titanic, regia di James Cameron (1997)
  • La maschera di ferro (The Man in the Iron Mask), regia di Randall Wallace (1998)
  • Celebrity, regia di Woody Allen (1998)
  • The Beach, regia di Danny Boyle (2000)
  • Don’s Plum, regia di R.D. Robb (2001)
  • Gangs of New York, regia di Martin Scorsese (2002)
  • Prova a prendermi (Catch Me If You Can), regia di Steven Spielberg (2002)
  • The Aviator, regia di Martin Scorsese (2004)
  • The Departed – Il bene e il male (The Departed), regia di Martin Scorsese (2006)
  • Blood Diamond – Diamanti di sangue (Blood Diamond), regia di Edward Zwick (2006)
  • Nessuna verità (Body of Lies), regia di Ridley Scott (2008)
  • Revolutionary Road, regia di Sam Mendes (2008)
  • Shutter Island, regia di Martin Scorsese (2010)
  • Inception, regia di Christopher Nolan (2010)
  • J. Edgar, regia di Clint Eastwood (2011)
  • Django Unchained, regia di Quentin Tarantino (2012)
  • Il grande Gatsby (The Great Gatsby), regia di Baz Luhrmann (2013)
  • The Wolf of Wall Street, regia di Martin Scorsese (2013)
  • Revenant – Redivivo (The Revenant), regia di Alejandro González Iñárritu (2015)

Televisione:

  • Lassie (The New Lassie) – serie TV, episodio 1×10 e 1×22 (1989)
  • Fra nonni e nipoti (Parenthood) – serie TV, 12 episodi (1990-1991)
  • Brillantina (The Outsiders) – serie TV, episodio 1×01 (1990)
  • Santa Barbara – serie TV, 5 episodi (1990)
  • Pappa e ciccia (Roseanne) – serie TV, episodio 13×16 (1991)
  • Genitori in blue jeans (Growing Pains), serie TV – 23 episodi (1991-1992)

Cortometraggi:

  • The Foot Shooting Party, regia di Annette Haywood-Carter (1994)
  • The Audition, regia di Martin Scorsese (2015)

Doppiatore:

  • The 11th Hour – L’undicesima ora (The 11th Hour), regia di Nadia Conners e Leila Conners Petersen – documentario (2007)
  • Hubble 3D, regia di Toni Myers – documentario (2010)
  • Punto di non ritorno – Before the Flood (Before the Flood), regia di Fisher Stevens – documentario (2016)

Produttore:

  • The Assassination (The Assassination of Richard Nixon), regia di Niels Mueller (2004)
  • The Aviator, regia di Martin Scorsese (2004)
  • Gardener of Eden – Il giustiziere senza legge (Gardener of Eden), regia di Kevin Connolly (2007)
  • The 11th Hour – L’undicesima ora, (The 11th Hour) regia di Leila Conners Petersen e Nadia Conners (2007)
  • Greensburg, serie TV (2008)
  • Orphan, regia di Jaume Collet-Serra (2009)
  • Cappuccetto rosso sangue (Red Riding Hood), regia di Catherine Hardwicke (2011)
  • Le idi di marzo (The Ides of March), regia di George Clooney (2011)
  • Runner, Runner, regia di Brad Furman (2013)
  • The Wolf of Wall Street, regia di Martin Scorsese (2013)
  • Il fuoco della vendetta – Out of the Furnace (Out of the Furnace), regia di Scott Cooper (2013)
  • Virunga, regia di Orlando von Einsiedel (2014)
  • Cowspiracy, regia di Kip Andersen e Keegan Kuhn (2015)
  • Catching the Sun, regia di Shalini Kantayya (2015)
  • Punto di non ritorno – Before the Flood (Before the Flood), regia di Fisher Stevens (2016)
  • The Ivory Game, regia di Kief Davidson e Richard Ladkani (2016)
  • La legge della notte (Live by Night), regia di Ben Affleck (2016)

 

No votes yet.
Please wait...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *